Decollatura: Gli studenti del Liceo Costanzo protestano per la mancata chiusura delle scuole e non si recando a scuola

Gli studenti del Liceo Costanzo, che avevano richiesto giorni addietro al Sindaco di chiudere le scuole a causa dei numerosi contagi nella zona, hanno "scelto di tutelarsi da soli rimanendo a casa" e di divulgare tale decisione con una lettera aperta inviata agli organi di stampa.Senza entrare nel merito, anche facendo osservare che la decisione dell'amministrazione comunale di Decollatura è in controtendenza rispetto alle decisioni dei sindaci del circondario, pubblichiamo la lettera aperta:   

La decisione del Sindaco di Decollatura di confermare l'apertura delle scuole non viene in alcun modo accettata da noi studenti del liceo L. Costanzo, fortemente preoccupati soprattutto per l'aumento dei casi nella nostra piccola realtà territoriale. Venerdì 7 gennaio abbiamo inviato una lettera al Sindaco in cui manifestavamo tutte le nostre preoccupazioni nei confronti del rientro a scuola. Le nostre parole sono state ignorate e non abbiamo ricevuto direttamente alcuna risposta ufficiale.

Riteniamo che vi siano serie ragioni affinchè il nostro appello venga preso in considerazione:

– Popolazione scolastica proveniente da diversi paesi del territorio, alcuni in particolare con situazioni molto difficili;

– Mezzi di trasporto che non assicurano il rispetto delle normative anticontagio;

– Maggiore rischio di contrarre il virus, vista la maggiore contagiosità della variante Omicron, senza talvolta la presenza di sintomi che possano testimoniare la positività del soggetto.

– Obbligo nel mantenere le finestre aperte nonostante le rigide temperature del nostro territorio.

Al nostro appello per richiedere la chiusura si è unita anche la nostra dirigente, la dott.ssa Antonella Mongiardo, dimostratasi molto disponibile e comprensiva nei nostri riguardi, tanto da rinnovarci, visto il particolare momento, il suo invito ad usufruire dello sportello psicologico offerto dalla scuola.

Dopo numerosi solleciti la quasi totalità degli studenti dell'istituto ha deciso di non presentarsi a scuola. Continuiamo ad affermare che con un aumento così rapido dei contagi, non è possibile un rientro, a maggior ragione nel liceo, scuola -come già scritto- frequentata non solo da studenti del territorio decollaturese, ma anche da studenti provenienti da vari paesi del circondario con situazioni Covid particolarmente difficili. Riteniamo che una chiusura in questa fase oltre ad essere di buon senso, sia anche e soprattutto necessaria.

Crediamo inoltre che la scelta del Sindaco non tuteli la salute degli studenti, pertanto abbiamo scelto di tutelarci da soli rimanendo a casa finché da parte del sindaco e dell'amministrazione comunale non vi sarà la collaborazione richiesta. Vogliamo ricordare inoltre, nel caso in cui qualcuno lo avesse dimenticato, che proprio la scuola ci forma in quanto cittadini, in quanto menti pensanti e, poiché viviamo solo noi, insieme ai nostri professori e tutto il personale, la situazione che c'è nella scuola, avremmo molto piacere nell'essere resi partecipi delle decisioni che toccano la nostra vita e la nostra salute. Una chiusura di qualche giorno ora, funzionale ad evitare il contagio e dunque mesi di didattica a distanza in un futuro prossimo.

Gli studenti del liceo L. Costanzo