Parte domani - sabato 9 ottobre alle 21 - al Teatro Comunale la rassegna prodotta da “Edizione Straordinaria”. Il primo appuntamento è con “La città delle Pietre”

"Lì dove le strade non hanno un nome, un elfo vestito di bianco ha creato la Città delle Pietre per far sì che una comunità di esclusi possa ripartire per ristabilire il ciclo naturale del mondo. Una storia di prima dei tempi, un fantasy coinvolgente, il nuovo spettacolo dei Ragazzi del Teatro di MU".

Parte domani la rassegna "Edizione straordinaria al Comunale" tre spettacoli prodotti da "Edizione straordinaria", con la direzione artistica di Salvatore Emilio Corea (direttore organizzativo Pasquale Rogato) che restituiranno ad appassionati e fedelissimi la magia del palcoscenico e la gioia della "quasi normalità".
Appuntamento alle 21 al "centro del centro storico" – il Cinema Teatro Comunale – che torna ad accogliere il proprio pubblico con ritrovate e rinnovate rassegne e tante sorprese, tutte da raccontare.

Ricordiamo che la rassegna si compone di tre spettacoli: si parte domani con "La città delle pietre" (in scena la compagnia dei ragazzi del teatro di MU); sabato 16 ottobre "La Libertà del terrore (alla Corte di un Re Maiale)" (Scuola di Teatro "Enzo Corea" Pentone e Fossato Serralta); sabato 30 ottobre "Quello che non ho (e quel che non mi manca) - quarant'anni di Indiano (Compagnia del Teatro di MU).

"La cosa importante è la voglia di ricominciare a fare teatro: è un dovere civico nei confronti della vita e della gente, c'è la necessità di ricominciare a vivere con un nuovo modo di essere – ha avuto modo di affermare Salvatore Emilio Corea -. Faremo tre nuovi spettacoli ed è importante, ma quello che è davvero importante è che ci siamo ancora, dopo due anni di black out. Ripartiamo in sicurezza e con grande fiducia, nel mese di ottobre con la voglia di continuare per tutto l'anno".