La Gestione del Commissario Micucci ha avviato anche i P.U.C. e portato avanti il risanamento e la riorganizzazione dell’Ente con tangibili miglioramenti nella gestione dei servizi

I decollaturesi, fino a pochi mesi addietro, erano convinti che un banale sindaco fosse da preferire sempre ad un commissario prefettizio che veniva immaginato come distante dai bisogni della gente e poco attento ai bisogni del comune e della gente.

La presenza del dottor Pasquale Micucci, nominato per la gestione del comune,  ha smentito questo luogo comune per la sua opera meritevole prestata, con il validissimo supporto dalla segretaria dott.ssa Patrizia Ruoppolo, a favore del Comune con l'avvio del risanamento finanziario e della riorganizzazione burocratica degli uffici, devastati dalle precedenti gestioni condotte al di fuori di ogni legge e regolamento.

Particolarmente apprezzata è stata la disponibilità del commissario a dialogare con tutti i cittadini e la capacità di interpretare meglio di un Sindaco eletto il ruolo di pater familias, che si fa carico dei problemi di tutti i cittadini, indipendentemente dal colore politico e dal censo.

I cittadini, senza strombazzature propagandistiche, hanno visto avviare tre Progetti di Utilità Collettiva (negli ambiti Ambientale, Culturale e Sociale) che impiegano 13 percettori di reddito di cittadinanza che hanno accolto con entusiasmo la proposta del comune e stanno lavorando alacremente per ripulire il paese,  la villa comunale e il cimitero, o per supportare persone anziane.