COMMISSIONE AMBIENTE / RICCIO: “VIA LIBERA A IMPORTANTE ATTO DI INDIRIZZO PER DIRE STOP A PALE EOLICHE SUL TERRITORIO DEL CAPOLUOGO”

Un importante atto di indirizzo è stato approvato questa mattina dalla commissione consiliare all'Ambiente presieduta da Eugenio Riccio.

Il documento - primi firmatari lo stesso Riccio e Talarico – è sottoscritto dai consiglieri Pisano, Corsi, Renda, De Sarro, Gallo, Manuela Costanzo, Lostumbo, Praticò e Rosario Mancuso. Secondo il presidente della commissione rappresenta "un segnale forte che la città capoluogo vuole mandare a tutta la Calabria: le speculazioni non passeranno".

Nell'introdurre la mozione, viene infatti evidenziato come "lo scempio del territorio calabrese non sia purtroppo mai cessato".

Nel testo viene infatti ripresa una recente notizia di stampa in merito alla creazione di un nuovo parco eolico fra Belcastro e Petronà. "L'assessore regionale De Caprio aveva avuto una presa di posizione pubblica e condivisibile proprio su questo tema, ma non sembra che le dichiarazioni della "buona politica" portata avanti dall'assessore siano state seguite dai "fatti" della burocrazia della Cittadella. Vale la pena ricordare che, pur vivendo in una regione che produce più energia di tante altre, i calabresi sono costretti a pagare, per il cosiddetto fattore Omega, la tassa applicata ai Comuni in pre-dissesto, molto più di quanto effettivamente consumano. Si tratta di una vera e propria beffa che fa scempio dell'ambiente e delle tasche dei cittadini favorendo solo i privati".

"Per questo motivo la commissione ritiene doveroso richiedere l'indizione di un referendum popolare che esprima la volontà dei calabresi in materia, perché è ora di dire un no forte e chiaro agli impianti eolici che spuntano come funghi grazie a una semplice autorizzazione. Ferma restando la normativa vigente, è il momento di affermare a chiare lettere la contrarierà della città di Catanzaro alla realizzazione di pale o parchi eolici all'interno del territorio del capoluogo. Preservare l'ambiente, il suolo, le bellezze paesaggistiche della nostra terra e la sostenibilità ambientale della nostra città è un compito proprio del Consiglio comunale e della politica che è chiamata a rappresentare giorno dopo giorno i cittadini e le loro legittime, giustissime istanze". 

Nella riunione della commissione è stata inoltre approvata la richiesta, avanzata dal consigliere Sergio Costanzo, di convocare un incontro urgente con l'assessore ai Lavori pubblici Franco Longo e il dirigente alle Grandi opere Giovanni Laganà per verificare l'iter progettuale del Parco della Fiumarella.