Vincenzo Cutrì (Uniti per Fronti e Lamezia): “Inaccettabile che il litorale lametino è abbandonato al suo destino e non offre servizi ai cittadini e ai turisti

Vincenzo Cutrì, già consigliere comunale per più legislature e attuale presidente dell'Associazione "Uniti per Fronti e Lamezia" ha diramato una nota stampa per esprimere lo sconcerto per la mancata attuazione del Piano Comunale Spiaggia della città di Lamezia Terme".

 "Lo strumento di pianificazione a livello Comunale delle aree ricadenti nel demanio marittimo regionale è stato approvato con deliberazione del consiglio comunale n. 97 del 8 maggio 2015. Successivamente, con determinazione n. 21 del 10 gennaio 2017 del dirigente del settore Edilizia scolastica e patrimonio dell'amministrazione provinciale di Catanzaro, il Piano Spiaggia del Comune di Lamezia Terme è stato approvato in via definitiva.

A distanza di anni, nonostante la pubblicazione del bando per le concessioni demaniali marittime, risalente al mese di febbraio del 2017, il litorale lametino è abbandonato al suo destino e non offre servizi ai cittadini e ai turisti.

Sembrerebbe strano e paradossale per una città di mare, ma la realtà dei fatti attesta tale condizione.

Questi anni sono stati caratterizzate sia da gestioni politiche democraticamente elette che da gestioni commissariali.

Se non si mettono nell'agenda di governo quelle condizioni prioritarie per lo sviluppo della città è difficile immaginare quella crescita sociale ed economica tanto agognata.

Tra queste condizioni, un litorale attrezzato e funzionale rappresenta un'esigenza ineludibile. Non certamente rivoluzionaria, ma naturale per una città di mare come Lamezia Terme.

Il mio auspicio, essendo compromessa l'imminente stagione estiva, è che per il 2022 la città di Lamezia Terme possa avere un lungomare attrezzato ed un litorale funzionale con servizi e infrastrutture".