Il Presidente di Confcommercio Catanzaro Falbo condanna il vile gesto di sottrarre la targa commemorativa dell’agente Emanuela Loi, vittima dell’attentato a Borsellino

"La celebrazione della Festa delle donne con la commemorazione di Emanuela Loi, organizzata dai sindacati di Polizia SIULP ed FSP, aveva trovato la nostra adesione consapevole ed emotivamente partecipata.

La notizia, però, della sottrazione del cartello della toponomastica con il nome della giovane agente di Polizia uccisa barbaramente nella strage di via d'Amelio ci ha lasciato sconcertati.

Confcommercio sarà ancora più convintamente presente, assieme alle istituzioni, l'8 marzo alla manifestazione "Un fiore per Emanuela", nella via a lei intitolata, per celebrare attraverso il ricordo di una agente di Polizia giovane e coraggiosa la giornata di tutte le donne.

Vogliamo ribadire e non dimenticare che la lotta per la legalità si fa anche testimoniando la nostra attenzione ed il nostro ricordo per le tante vittime della guerra alle mafie, icona di un paese e di una società che non recede di un passo davanti alla sopraffazione ed alla violenza, ma anzi rilancia ogni giorno i valori ed i principi della serena convivenza civile."

Il Presidente di Confcommercio Catanzaro

Pietro Falbo