Lamezia, l’ex Sindaco Gianni Speranza: “Fissare le elezioni dopo le pronunce di Consiglio di Stato e Tribunale”

Riportiamo una nota stampa diramata da Gianni Speranza, già Sindaco di Lamezia Terme per un decennio:  

"La situazione della nostra città mi porta ad avere una forte preoccupazione. In questo momento il Comune è commissariato, il Sindaco ed il Consiglio Comunale sospesi. In piena emergenza pandemica Lamezia rischia di essere sbattuta in un meccanismo di processi , sentenze , ricorsi (tutti naturalmente da rispettare) che potrebbe essere persino contraddittorio e quindi portare la città in una situazione molto grave. Bisogna evitarlo. Abbiamo tutti letto che le elezioni nelle 4 sezioni previste si dovrebbero ripetere a fine marzo mentre il tribunale di Lamezia discute di cause importanti ad aprile ed il Consiglio di Stato discute a maggio i ricorsi sulla ripetizione delle elezioni.

 "Può determinarsi una situazione inaccettabile democraticamente e istituzionalmente, in cui ogni decisione può essere ribaltata nel giro di poche settimane.

Nel rispetto dell'iter della giustizia i rappresentanti istituzionali e le forze politiche della città dovrebbero chiedere insieme ed unitariamente al Prefetto ed al Ministro dell'Interno di fissare le elezioni solo dopo che il Consiglio di Stato ed il Tribunale di Lamezia hanno emesso sentenze definitive. Ma, data l'eccezionalità della situazione, gli organi dello stato potrebbero chiedere al Consiglio di Stato i tempi più rapidi possibili".