“Sono felice e commosso per questa Sentenza, perché finalmente la nostra città ha avuto giustizia e sul futuro di Lamezia non c'è  più alcuna ombra. Abbiamo ereditato la vicenda Icom quando era solo una “patata bollente”. L’abbiamo affrontata correttamente, nel rispetto della legge, nell’interesse generale e per la dignità di tutti i lametini nessuno escluso. Il Consiglio di Stato ha riconosciuto il nostro corretto operato. Ora, sul futuro e la vita di questa città non c’è più questo macigno, una situazione che ci ha fatto soffrire e ci ha angosciato per dieci anni”.