Giri di valzer all’interno del consiglio comunale. Il capogruppo di Forza Italia Salvatore De Biase, Tranquillo Paradiso, Luigi Muraca e il presidente del consiglio comunale, Francesco De Sarro seguono ufficialmente l’onorevole Galati nel percorso politico intrapreso da Denis Verdini con un nuovo gruppo parlamentare (Ala), ma restando comunque all’interno della maggioranza che appoggia il sindaco Mascaro. Ad aderire al movimento civico, che prenderà il nome di “Calabria al centro”, anche il consigliere Enrico Costantino, che è stato eletto con la lista di Mascaro e Francesco Ruberto, area opposizione, che ha appoggiato Pasqualino Ruberto nella corsa a sindaco.

Come ci conferma il presidente del consiglio De Sarro, “La domanda ufficiale di noi consiglieri è già stata protocollata ed è ufficiale”. Il documento politico, che sottoscrive il passaggio dei nuovi 6 in “Calabria al centro” è stato così consegnato con le seguenti motivazioni:

"Il perdurare di alcune emergenze che affliggono la città di Lamezia Terme ed il suo comprensorio ci spingono a scelte forti e coraggiose. L’inizio di questa legislatura è stato caratterizzato dalla difficile situazione economico-finanziaria delle casse comunali, ereditata dalla precedente Giunta, e dal persistere di problematiche rimaste irrisolte in questi anni in diversi settori da quello sociale a quello agroalimentare, fino ad arrivare a quello sanitario, turistico, termale e culturale. Sarà duro il lavoro che ci attende ma siamo sicuri di poter contribuire a far acquisire alla nostra città il ruolo che le compete all’interno della Regione. Per realizzare i nostri obiettivi si esige un nostro preciso impegno che ci impedisce di essere legati alle dinamiche dei partiti in quanto ci troviamo di fronte ad una situazione politica instabile sia a livello nazionale che regionale. Vogliamo incidere profondamente sul futuro di Lamezia e agire con determinazione e tempestività sulle problematiche del territorio.

Non possiamo attendere la risoluzione delle controversie e dei dibattiti esistenti sia all’interno dei partiti, diretti a trovare i giusti equilibri, che all’esterno, in quanto investono la continua ricerca delle migliori alleanze possibili. Lamezia Terme non può aspettare, ha bisogno di decisioni immediate dirette a compiere quel salto di qualità tanto atteso da anni. A tale scopo riteniamo opportuno creare il nuovo movimento civico “Calabria al Centro” che costituirà un nuovo gruppo in consiglio comunale. L’area di riferimento sarà quella moderata, centrista e liberale che riteniamo sia la più idonea a interpretare al meglio le esigenze e i bisogni della collettività. Lo sviluppo della Calabria passa da Lamezia Terme. E’ proprio dai moderati che dovrà partire quella spinta propulsiva per fare della terza città della Calabria il centro nevralgico dell’intera regione." 

Presenza solitaria in Forza Italia per ora, quella di Carolina Caruso, l’unica a rimanere fedele al partito di Berlusconi, anche se i giochi per accogliere nuovi consiglieri, sono ancora aperti. Più complicati i possibili passaggi con l’area di Verdini a livello provinciale e regionale. Al momento nessuna indiscrezione ma tutto potrebbe succedere nei prossimi giorni.