Mozione Udc per collocare “al più presto” al primo piano dello stabile di piazza Botticelli una parte del Liceo Campanella. Questo dopo che, una delibera dell’ex amministrazione comunale aveva deciso per questa sistemazione venendo incontro alle esigenze della scuola superiore.

La mozione è stata presentata dai consiglieri Giancarlo Nicotera e Pasquale Di Spena “in linea con la volontà comune di ricucire e valorizzare tutti i territori della nostra città, mettendone in luce le vocazioni e le peculiarità al fine di creare nuove occasioni e nuovi fermenti culturali ed economici. Con tale mozione, infatti, si chiede la celere collocazione di una parte del Liceo di Lamezia Terme Tommaso Campanella nell’ala sud-est dello stabile di proprietà comunale dell’area mercatale coperta in Piazza “Botticelli”.

“Un’area, si legge nella richiesta “di facile accesso, con parcheggi annessi, che è ubicata al centro di Lamezia Terme (ex comune di Sambiase) e che si presta ottimamente, anche logisticamente, all’inserimento di corsi scolastici. Sarebbe importante, anzi fondamentale, collocare a breve il plesso di detto Liceo nei locali assegnati, per venire incontro alle esigenze degli studenti e dei docenti e poter avviare già da adesso un virtuoso percorso di orientamento scolastico per gli anni a venire. I risvolti economici e sociali che questa importante parte di territorio avrebbe, nel tempo, con l’inserimento della detta scuola e degli studenti sono facilmente intuibili e sono fondamentali se davvero si vuole ridare sbocco e crescita lungimirante ed effettiva a tutta Lamezia Terme”. Per l’Udc “La stessa area, oggi non interamente ed adeguatamente funzionalizzata e valorizzata, e le attività commerciali ed economiche ivi esistenti ne trarrebbero indubbio beneficio. Questa parte di territorio è sempre stata foriera di fermento culturale, nondimeno dei corsi scolastici di scuola secondaria potrebbero attrarre anche in futuro l’iscrizione di nuovi studenti dei comuni vicini e dell’hinterland lametino.

E’ perciò utile, nel più breve lasso di tempo possibile, provvedere alla stesura alla redazione/stipula del contratto/convenzione da parte del Dirigente preposto che risulta essere quello del Settore Entrate e Patrimonio; è utile, ai fini della sicurezza, chiudere le due entrate/uscite ubicate al detto primo piano con due porte blindate; è utile, previ gli altri eventuali ed utili adempimenti di legge, provvedere alla pronta consegna dei locali al Dirigente della detta scuola. Tutto quanto sopra espresso rientra tra gli obiettivi che l’attuale Amministrazione si è posta per una sana crescita dei territori improntata alla crescita della cultura”.

Rileviamo – concludono poi Nicotera e Di Spena - con grande piacere che anche gli altri gruppi consiliari, di maggioranza e di opposizione, hanno condiviso con noi questo percorso che mira sempre di più alla rivalutazione ed alla rifunzionalizzazione vera e lungimirante di un’area importante, come quella sita in Piazza Botticelli. La scuola è sempre stato fondamentale per lo sviluppo sano, democratico e lungimirante di un territorio, ecco perché chiediamo che la consegna dei locali ubicati nell’ala sud-est del primo piano dell’immobile comunale avvenga al più presto”.