Si è tenuto ieri mattina, presso la casa comunale di Lamezia Terme, un incontro tra il Sindaco, Paolo Mascaro, l'Assessore ai Lavori Pubblici, Michelangelo Cardamone, l'Assessore all'Istruzione, Elisa Gullo, ed i Dirigenti degli istituti scolastici della città.
Un interscambio culturale nato dalla volontà del Sindaco Mascaro di conoscere personalmente i dirigenti per instaurare con loro un concreto dialogo ed analizzare le problematiche inerenti il mondo della scuola.
In un clima di serenità ed empatia intellettuale, si è discusso del nuovo anno scolastico ormai alle porte, tracciando un cammino comune tra istituzione scolastica e politica per garantire, agli alunni e alle loro famiglie, un clima didattico tranquillo e produttivo.
L'Assessore Cardamone ha poi rassicurato che ci sarà, da parte dell'Amministrazione Comunale, un controllo scrupoloso a livello strutturale di tutti gli edifici scolastici, intervenendo laddove non vengano soddisfatti i necessari requisiti di sicurezza, salubrità e decoro.
Anche l'Assessore Gullo ha garantito che l'attuale Amministrazione, attenta al benessere di ogni singolo cittadino, riserverà vicinanza e attenzione al mondo della scuola, offrendo inoltre aiuti morali ed economici alle fasce più deboli per salvaguardare l'universale diritto all'istruzione. 
È dovere di tutta l'Amministrazione - ha sottolineato Mascaro - lavorare perché l'istruzione pubblica possa donare ai ragazzi una formazione moderna e completa, ponendo le basi per una crescita culturale e umana. In tale direzione non faremo mai mancare il nostro appoggio e saremo sempre disponibili ad ascoltare e ad accogliere ogni suggerimento. 
Durante l'anno - ha concluso il primo cittadino di Lamezia Terme -  mi recherò in tutte le scuole  non per un mero impegno istituzionale ma per il desiderio di seguirne l'andamento in prima persona e vigilare sulla tutela dei diritti e doveri di insegnanti e alunni.
A conclusione della giornata, è stata consegnata ai dirigenti una lettera di buon inizio anno accademico 2015/16 che il Sindaco ha indirizzato agli alunni lametini ai quali chiede impegno, allegria e "fame di conoscenza", per essere pronti a prendere parte alla rivoluzione culturale della Città.