Palmese-Vigor Lamezia 6-2

U. S. PALMESE 1912 (4-4-3): Maruca (96), Ciccone (96), Cassaro, Cordiano (K) (10st. Tozzo 95), Misale (95), Taverniti, Foderaro (VK), Moio (97), Piemontese (17st. Angotti), Corsale (30st. Napoli 96), Fabio. A disposizione: Nania (95), Benincasa (96), Citrigno (97), Torchia (95), Saturno, Dascoli. Allenatore: Rosario Salerno.

VIGOR LAMEZIA CALCIO (4-2-3-1): Raffa (99), Torcasio (VK), Anile (98), Lettieri (97), Pirelli (K), Cicala (97), Guttà (98), De Fazio (98), Sacco (98), Calabria (97), Perri (97). A disposizione: Chiefffa (98), Saladino (98), Colosimo (98), De Vito (98), Santo (98), Gigliotti (98), Esposito (98). Allenatore: Antonio Gatto.

ARBITRO: Fabio Natilla di Molfetta (Assistenti: Giovanni Mittica di Bari e Dario Gregorio di Bari).

RETI: 2°pt. Perri (VL), 9°pt. Fabio (P), 11°pt. Piemontese (P), 14°pt. Corsale (P), 23°pt. Piemontese (P), 25°pt Moio (P), 40°pt. Foderaro (P), 32°st. Pirelli (VL).

NOTE: spettatori 550 circa. Presente sugli spalti il Sindaco di Palmi, Giuseppe Barone. Pomeriggio nuvoloso ed a tratti leggermente piovoso. Ammoniti: Tozzo (P) al 31°st. Calci d’angolo: 3 a 1 per la Palmese. Recupero: 1pt; 3’st.

In uno stadiotappezzato di striscione di protesta, la Palmese torna alla vittoria dopo lo stop di Mugnano di Napoli contro la Cavese e lo fa in una gara nettamente squilibrata dal punto di vista tecnico. Tre punti importanti per i neroverdi che domenica prossima scenderanno nuovamente in campo per il terzo derby della stagione dove in trasferta affronteranno il Rende allenato da Bruno Trocini. Un Rende-Palmese tutto da seguire con la ultracentenaria decisa a vender cara la pelle su ogni campo ora che la Serie D è nuovamente in suo possesso a distanza di ben 27 anni. 

CRONACA: Vigor Lamezia inaspettatamente in vantaggio con il gol siglato dal giovane Perri al secondo minuto. La reazione neroverde non tarda ad arrivare: sei reti in 40 minuti. In ordine cronologico vanno a segno Fabio, il capocannoniere del torneo Francesco Piemontese (6 reti per lui), Corsale, ancora Piemontese, Moio eFoderaro. A dieci minuti dal termine della gara il capitano Pirelli per la Vigor accorcia le distanze per il definitivo 6-2. Poi il triplice fischio finale del signor Fabio Natilla di Molfettacoadiuvato dagli assistenti Giovanni Mittica di Bari e Dario Gregorio di Bari.
TRISTEZZA LAMEZIA: nuova ma prevedibile sconfitta della Vigor Lamezia in formatoJuniores che dopo aver incassato cinque gol dal Città di Scordia la settimana scorsa al “D’Ippolito”, ne prende sei al polivalente di contrada “San Giorgio” di Palmi. I volenterosi biancoverdi di mister Antonio Gatto questa volta si arrendono ai più titolati neroverdidegli ex Salerno, Cordiano e Foderaro nonostante l’inatteso vantaggio iniziale. Ancora una mortificazione, dunque, per i tifosi biancoverdi che nel giro di pochi mesi dai campi di Salerno, Cosenza, Lecce e Foggia, si sono ritrovati senza prima squadra, con undici ragazzini in campo per dover giocare in Serie D. Un’agonia che potrebbe terminare a metà di questa settimana (mercoledì 23) quando davanti al Collegio di Garanzia dello Sport del Coni, verrà discusso il ricorso presentato dal sodalizio di via Marconi avverso la retrocessione d’ufficio tra i dilettanti decisa dalla Corte d’Appello Federale. Nel frattempo, ieri a Palmi i tifoso della Vigor erano particolarmente arrabbiati è per tutti i novanta minuti hanno gridato: “Presidenti tutti pezzenti”.
INTERVISTE PALMESE E VIGOR LAMEZIA: Il patron Pino Carbone a fine gara commenta in questo modo il rotondo successo della sua Palmese: “Sapevamo che la Vigor Lamezia sarebbe venuta a Palmi con i calciatori under per le note questione che conosciamo ma ciò non per noi non doveva essere motivo per prendere la partita sottogamba. I tre punti -continua il patro Carbone- erano assolutamente da conquistare dopo la sconfitta di mercoledì scorso. E’ un successo che ci fa stare bene dal punto di vista della classifica e del morale di un gruppo che continua a lavorare con grande dedizione. Il bilancio che possiamo tracciare ad oggi dopo questo avvio di campionato è molto positivo secondo me. Per noi che siamo una matricola essere così in alto in classifica è motivo di vanto per tutta Palmi”. Carbone poi analizza il prossimo incontro dei neroverdi che saranno impegnati nel terzo derby stagionale contro il Rende: “Sarà una partita molto difficile perché andremo ad affrontare una squadra che punta sicuramente alla vittoria finale del campionato. Affronteremoanche questo match con la giusta umiltà e necessaria convinzione di poter fare bene”. Al Presidente Carbone non manca un pensiero per la situazione che sta attraversando la Vigor Lamezia: “Gli auguro sin da subito di potersi mettere in condizione di potere fare bene. Va fatto un plauso a questi ragazzi per l’impegno che mettono in campo. La Vigor Lamezia è una realtà del panorama calcistico calabrese che ha militato in campionati professionistici che merita di fare bene”. Mister Rosario Salerno commenta così la vittoria nel post-partita: “Dispiace vedere la Vigor Lamezia in questa situazione. Questi ragazzi che sono scesi in campo vanno apprezzati per quanto hanno fatto e per come si sono battuti sino all’ultimo”. Chiarissimo il pensiero di Salerno sul peso della partita: “Indipendentemente dall’avversario il nostro obiettivo erano i tre punti anche per stare più tranquilli in quello che deve essere il nostro percorso. Tutto ciò -continua l’allenatore dei record- anche tenendo conto di alcuni possibili incidenti di percorso. Affrontavamo dei ragazzi ma può accadere che l’attenzione venga meno, come è successo all’inizio con il rete che abbiamo subito. Poi le cose per noi si sono aggiustate -conclude Salerno-”. L’attenzione adesso è rivolta alla prossima partita mister. C’è il terzo derby calabrese della stagione in vista: “Il Rende è una squadra costruita per stare ai vertici della classifica. Per noi sarà una prova importante per capire il nostro bagaglio tecnico. Speriamo di andare a Rende per poter fare la nostra partita mettendo più attenzione dove ogni tanto pecchiamo”. Per la Vigor Lamezia ha parlato il Team Manager Antonio Mercuri (il presidente Gianni Torcasio era assente a Palmi per impegni di lavoro) il quale ha sottolineato l’attesa della dirigenza lametina per il verdetto previsto per il prossimo mercoledi23 Settembre quando il Collegio di Garanzia dello Sport del Coni dovrà esprimersi definitivamente circa il ricorso della Vigor che chiede la riammissione in Lega Pro.“Attendiamo fiduciosi l’esito del nostro ricorso -dichiara il Team Manager Antonio Mercuri-. Mercoledisapremo che strada seguire: se sarà confermata la Serie D allestiremo nel tempo necessario una compagine che possa ben figurare per mantenere la categoria. Al contempo se dovesse essere Lega Pro ci muoveremo per poter partecipare a quel campionato”.
IL VOTO AI CALCIATORI: Non è questa l’occasione per giudicare i calciatori. Di una cosa siamo però certi: dieci e lode ai ragazzi della VigorLamezia.
La Juniores della Vigor Lamezia scesa in campo a a PalmiLa Juniores della Vigor Lamezia scesa in campo a a Palmi28 ANNI FA L’ULTIMO PRECEDENTE DI PALMESE-VIGOR LAMEZIA: Risaliva alla stagione 1986-1987, l’allora campionato Interregionale Girone I. Si giocava al leggendario “Lopresti” davanti a oltre duemila spettatori. Terminò 1 a 1 con i lametini allenato da Claudio Ranieri che in quella stagione arrivarono primi in classifica con 50 punti frutto di 21 vittorie, 8 pareggi e una sola sconfitta e furono promossi in Serie C2. Seconda arrivò la Sanciprianese con 43 punti. La Palmese guidata dall’uruguayano Washington Cacciavillaniquell’anno si salvò per due punti in più rispetto al Gladiator confermando il dodicesimo posto finale in classifica con 24 punti. A retrocedere in Promozione quell’anno furono il Gladiator, il Pomigliano e il Marcianise. In quella fortissima Vigor Lamezia giocava l’attuale mister Antonio Gatto.