“Atteso come un messia, ambito come un regalo, finalmente è giunto. Il Commissario Scura con il tradizionale codazzo, è pronto per essere ricevuto ed accompagnato all'interno della struttura sanitaria lametina,  che a dire il vero la gira e l'osserva senza battere ciglio, se non con abbozzati sorrisi di cortesia. Nel frattempo, quante speranze, quanta fiducia, finalmente Lamezia, nella nuova fase del risorgimento del grande commissario Scura, avrà il meritato riconoscimento nell'ambito della sanità provinciale. 

Macché! Dopo i saluti di rito di coloro che erano presenti, sindaco, associazioni, tribunali diritti ammalati, sindacalisti, rappresentanti dei comitati, operatori sanitari, pronti a ricevere la benedizione e le auspicate aspettative sanitarie così come a più voci rappresentate, il messia cambia tono e lascia increduli tutti. "Lametini la sanità vera rimane a Cz, voi resterete uno spoke " insomma rassegnatevi. Nel frattempo la cittadella sanitaria a Catanzaro/Germaneto avanza, si fonde, crea nuovi pronti soccorsi, acquista tecnologie avanzate. E Lamezia? Ha solo atteso solo d purtroppo un altro messia ! Della serie: se prima Scura era una speranza, oggi si annovera tra gli oppositori del risorgimento sanitario di Lamezia a tal punto la domanda-appello è: quali iniziative comuni intraprendere e sopratutto con chi?”