“E' veramente apprezzabile l'elenco di iniziative per rilanciare l'azienda proposto dal neo presidente della Multiservizi Giuseppe Costanzo nella sua nota stampa. Innanzitutto porgo le più vive congratulazioni per la sua nomina al neo presidente Costanzo, stimato professionista di cui ben si conoscono le sue capacità professionali”.  Così in una nota la consigliera comunale Giuseppina Raso.  

“Il Presidente si è soffermato su un problema sociale di inciviltà purtroppo molto diffuso a Lamezia, ossia l'abbandono dei rifiuti per le strade cittadine. Uno spettacolo vergognoso che rende la città sporca e disordinata. Bisogna innanzitutto gettare le basi per eliminare questo fenomeno di malcostume. L'amministrazione Mascaro si è impegnata fin da subito per garantire il decoro cittadino ed è sotto gli occhi di tutti il notevole miglioramento realizzato in città in questo pur breve periodo di vita amministrativa.

Però, considerato che manca ancora la collaborazione di qualche cittadino, è necessario far fronte a questo fenomeno, meglio chiamarlo reato perché di questo si tratta, incrementando le azioni di contrasto all'indegna abitudine di abbandonare i rifiuti lungo le strade.

Bisogna adottare misure preventive e, compatibilmente con la disponibilità del bilancio comunale, acquistare una o più telecamere mobili da dare in forza ai vigili urbani da installare in modo alterno nei vari punti della città. Ciò permetterebbe di intercettare chi conferisce i rifiuti all'esterno dei cassonetti, un sistema inteso come deterrente al conferimento irregolare dei rifiuti, permettendo di sanzionare chi dimostra poco senso civico e scarso rispetto per l'ambiente. La legittimità della sanzione dei comportamenti emersi attraverso i filmati della videosorveglianza è stata confermata anche dal garante della privacy nel rispetto della normativa vigente. Su questo la tolleranza deve essere zero anche perché, giustamente come dice il presidente Costanzo, la Multiservizi offre un servizio che ai cittadini costa nulla, ossia il ritiro a domicilio dei rifiuti ingombranti.

Bisogna adottare una linea dura contro chi violenta in questo modo il territorio creando danni inimmaginabili all'ambiente, al decoro, all'igiene pubblica e alle casse comunali. Oltretutto sporcare causa un danno che ha un costo, un costo che va coperto e che certamente va a pesare sulle tasche dei cittadini”.