La guardia di finanza ha sequestrato alcuni beni, tra cui una Maserati e una Porsche, al titolare di una ditta lametina operante nel settore del commercio di materiale ferroso, perché avrebbe evaso le imposte sul reddito per circa 2 milioni di euro con autofatture false.

A seguito delle indagini, coordinate dalla Procura della repubblica di Lamezia Terme, il G.i.p. del tribunale lametino ha emesso un provvedimento di sequestro preventivo per l'equivalente dell’importo sottratto a tassazione. Le fiamme gialle hanno quindi provveduto a sequestrare beni mobili ed immobili nella disponibilità dell’indagato tra i quali spiccano le due autovetture di valore superiore ai 130 mila euro, terreni, fabbricati e conti correnti bancari.