"Leggo spesso sulla testate giornalistiche la segnalazione dell'esistenza di alcune "discariche" che si creano intorno alle zone di stazionamento dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti e ciò mi dà l'occasione per precisare e rendere noti alcuni servizi pure forniti dalla Multiservizi". Esordisce così, in una nota, il neo presidente della Multiservizi Giuseppe Costanzo in merito alle notizie e segnalazioni di discariche di rifiuti. “Come noto - ricorda Costanzo - la Lamezia Multiservizi S.p.A., società da me presieduta dai primi giorni di agosto 2015, svolge per conto del comune di Lamezia Terme anche la raccolta dei rifiuti. Da tempo la stessa società si occupa e/o preoccupa di ritirare anche a domicilio i rifiuti ingombranti e/o qualitativamente diversi dai soliti. Per tale servizio - sottolinea -non e dovuto alcun corrispettivo! Essi possono anche essere depositati presso la sede di via della Vittoria. Eppure, siamo costretti ad assistere, come più volte segnalato sulle pagine dei quotidiani, a "quadretti" di alcuni angoli cittadini poco edificanti dai quali traspare lo scarso senso civico di alcuni abitanti che in totale assenza del minimo decoro urbano abbandonano di tutto e di più! L'abbandono di tali rifiuti ingombranti, e comunque non comuni, mette in difficoltà tutta l'organizzazione predisposta dalla Multiservizi: il personale a ciò addetto non è attrezzato alla raccolta di ogni genere di rifiuti, ma soltanto allo svuotamento dei cassonetti con procedimenti automatici o semiautomatici e con l'ausilio degli apposti mezzi. E evidente che non è pensabile che ogni giorno ci si organizzi con una ruspa ed un camion per andare a pulire gli angoli della città da ogni genere di rifiuto!".

"Tali abbandoni, rimarca il presidente della Multiservizi non possono essere sanzionati dalla Multiservizi né dai suoi operatori, spettando tali contestazioni agli organi di Polizia Municipale. Tali condizioni però spingono la Società a bonificare periodicamente tali indecorosi siti. Colgo con magra consolazione che ogni segnalazione data su tali incresciose situazioni non va ad imputare, giustamente, responsabilità alla Multiservizi, che non ne ha alcuna, quanto a sottolineare unicamente lo scarso senso civico dimostrato dai responsabili di tali abbandoni; pur tuttavia non posso non esprimere a nome dell'intero personale della società da me presieduta, oltre che mio, l'enorme disagio avvertito rappresentando noi l'unico incolpevole terminale di sfogo dei cittadini ligi alle regole, che giustamente esigono una città più dignitosa, ordinata e pulita!". Con l’occasione, il presidente Costanzo segnala poi alcune iniziative che “che da qui a poco saranno avviate in città. In particolare segnalo:



Raccolta rifiuti: a breve verrà estesa la raccolta differenziata su tutto il territorio comunale, da tempo iniziata in alcune zone e poi non portata a termine. Magari ciò contribuirà alla progressiva eliminazione dei cassonetti e quindi diminuiranno le occasioni di abbandono incivile di rifiuti.

Servizio idrico: saranno avviate una serie di attività volte al recupero dell'enorme morosità fin qui accumulata negli anni dalla Multiservizi, e sarà posto un argine alla tolleranza finora adottata indiscriminatamente su tali situazioni. Nei casi più critici sarà disposto anche il distacco o la riduzione della fornitura del servizio. Invito quindi coloro che sanno di trovarsi in condizioni di morosità a regolarizzare la propria situazione nel più breve tempo possibile, anche al fine di non vedersi aggiungere al dovuto le spese del distacco e gli interessi di mora per legge dovuti sui ritardati pagamenti.

Servizi di trasporto pubblico: saranno avviate una serie di controlli sulle corse volte ad individuare coloro che salgono a bordo delle vetture senza idoneo titolo di viaggio. Sul punto ricordo che anche gli autisti sono abilitati alla vendita di biglietti a bordo, con una maggiorazione, ma che risulta senz'altro utile e opportuno munirsi del titolo per tempo e prima di salire sulla vettura. Evidentemente, in caso di persone sprovviste di titolo di viaggio saranno applicate le sanzioni previste e disposte dal regolamento regionale. In ogni caso l'autista del mezzo ha il diritto/dovere di impedire l'ingresso senza biglietto.

Tari 2014 e Tari 2015: sono in corso di riscossione le rate della Tari 2014. Sul sito della Lamezia Multiservizi è presente una pagina in cui è possibile calcolare facilmente la Tari per l'anno 2014, per cui anche coloro che non hanno ricevuto per un disguido postale o per un errata indicazione della residenza l'invito al pagamento, possono provvedere alla liquidazione del dovuto e al pagamento per evitare aggravi e/o contestazioni. A breve verrà recapitato anche il bollettino per il pagamento della Tari 2015, la cui prima rata per un importo pari al 45% del totale scadrà il 30 settembre, la seconda sempre pari al 45 % scadrà il 30 ottobre e la terza, del residuo 10%, scadrà a marzo 2016. A breve sarà disponibile sul nostro sito la pagina con la procedura per calcolare l'esatto ammontare del dovuto. Anche su tali versamenti sono in atto tutta una serie di controlli volti ad accertare soprattutto la superficie dell'immobile. Invito tutti i contribuenti a verificare se la superficie dichiarata e riportata sui bollettini sia quella corretta ed effettivamente riportata in catasto. Si eviterà di incorrere in sanzioni e contestazioni.



"Tutte queste iniziative - conclude infine il presidente Costanzo - sono destinate a risanare la situazione finanziaria della Lamezia Multiservizi ma anche a permettere una convivenza in spazi comuni più armoniosa e gradevole. Non è da sottacere che anche la permanenza dell'attuale forza lavoro in seno alla società sarà fortemente dipendente dall'esito che tutte queste iniziative avranno e dal senso civico che la collettività dimostrerà”.