Quasi 400 anni di carcere. E' stata questa la richiesta di condanna avanzata oggi dal sostituto procuratore della Direzione distrettuale antimafia di Catanzaro, Elio Romano, nei confronti dei 37 imputati, in attesa di giudizio con rito abbreviato, che si svolge a Catanzaro, e che sono stati coinvolti nell'inchiesta "Chimera" che ha decapitato il clan Cerra-Torcasio-Gualtieri. I presunti affiliati alla cosca di Lamezia Terme devono rispondere, a vario titolo, di associazione a delinquere di stampo mafioso, traffico di armi e stupefacenti, rapina ed estorsione. Le pene più pesanti (scontate di un terzo per la scelta del rito abbreviato) sono state richieste per i presunti capi del clan.
In particolare, il pm ha chiesto 14 anni di reclusione e 10mila euro di multa per Nino Cerra, detto "il vecchio"; 13 anni e 4 mesi per sua sorella Teresina Cerra; 16 anni per Pasquale Torcasio; 14 anni e 10mila euro di multa per Cesare Gualtieri. 
Nicola Gualtieri, 16 anni e 12000 euro di multa; Ottorino Rainieri, 16 anni e 12.000 euro di multa; Pasquale Torcasio, cl. 69, 16 anni e 12.000 euro di multa; Angelo Francesco Paradiso, 16 anni e 12.000 euro di multa; Domenico Torcasio, 14 anni e 12.000 euro di multa; 
Pasquale Cerra, 14 anni e 10.000 euro di multa; Nicola Gualtieri, “u Craparu”, 14 anni e 10.000 euro di multa; Emilio Francesco Gualtrieri, 13 anni e 4 mesi e 8.000 euro di multa; Luca Cerra 13 anni e 4 mesi, 8.000 euro di multa;
Vincenzo Torcasio, 13 anni e 4 mesi, 8.000 euro di multa; Gaetano La Rosa, 13 anni e 4mesi, 8.000 euro di multa; Giovanni Torcasio, 13 anni e 4 mesi e 8.000 euro di multa; Antonio Villella, 13 anni e 4 mesi, 8.000 euro di multa; Luciano Cimino, 13 anni e 4 mesi, 8,000 euro di multa;
Paolo Paone, 12 anni e 10.000 mila euro di multa; Antonio Gualtieri, 12 anni e 8.000 euro di multa; Francesco Gualtieri, 12 anni e 8.000 euro di multa; Federico Gualtieri, inteso “u’ Zuppariellu”, 10 anni; Pasquale Torcasio, 8 anni e 8 mesi; Antonio Paradiso, 8 anni; Giuseppe Rainieri, 8 anni; Pasquale Carnovale, 8 anni;
Francesco Tropea, 7 anni e 4 mesi; Alessandro Torcasio, cl. 86, 6 anni e 8 mesi; Rita Torcasio, 6 anni e 8 mesi, 6.000 euro di multa; Angela Torcasio,  6 anni e 8 mesi, 6.000 euro di multa; Angelina Torcasio, 6 anni e 8 mesi e 8.000 euro di multa; Maria Gualtieri, 4 anni; Aurora Rainieri, 6 anni e 8 mesi, 6.000 euro di multa; Gennaro Muraca, 6 anni e 8 mesi; Giancarlo Chirumbolo, 6 anni e 8 mesi; Alessandro Durante, 2 anni.
La requisitoria del pubblico ministero proseguirà nella prossima udienza fissata per il 25 settembre, per quella data sara' resa nota la richiesta di condanna per il 38esimo imputato il ventiquattrenne Nino Cerra. Secondo l'accusa il clan, con base operativa nel quartiere Capizzaglie, dopo gli arresti che avevano colpito la cosca Giampa' sta estendendo la sua sfera di influenza su vaste aree del territorio lametino. Le indagini dei carabinieri hanno consentito di ricostruire 34 episodi di estorsione ai danni di imprenditori e commercianti.