Far luce sulla situazione finanziaria lasciata dalla precedente amministrazione. Su questo, e in particolare per discutere della riscossione della Tari 2015, che il neo consiglio comunale, ad un mese esatto dalla prima convocazione, si è riunito nella sala Napolitano. Dopo circa 6 ore di consiglio, le modalità di riscossione della Tari 2015 proposte dalla giunta Mascaro, sono state approvate dai consiglieri in aula con 17 favorevoli, 2 contrari e 4 astenuti (Villella, Zaffina, Tropea, Piccioni). Il pagamento, per i cittadini, sarà del 90% entro fine anno 2015. 
La nuova tassa sui rifiuti, introdotta dalla legge di stabilità 2014, aveva creato non poche polemiche e botta e risposta tra i vari partiti politici. All’ordine del giorno infatti, anche la mozione presentata dal consigliere Gianturco (Sovranità) in merito ai modi e tempi di riscossione del tributo relativo all’anno 2014 e 2015. Seguiranno la proposta di deliberazione con oggetto “elezioni amministrative di domenica 31 maggio e 14 giugno, indirizzi per la nomina e la designazione e la revoca dei rappresentanti comunali presso enti, aziende e istituzioni”.
Prima di passare ai punti all’ordine del giorno, ha preso la parola il consigliere Pasqualino Ruberto per chiedere di mettere in calce agli argomenti odierni la mancata nomina del consigliere Francesco Ruberto a vice provinciale. “E’ stata impedita dal presidente Enzo Bruno una continuità storica che avrebbe dovuto dare una rappresentanza importante della nostra città, come seconda area più importante dopo quella catanzarese". La proposta del consigliere Ruberto ha trovato d'accordo anche i consiglieri Caruso, De Biase e Chirumbolo, ma essendo assente il consigliere Sonni, la sua integrazione all'ordine del giorno è stata posticipata. 
Far luce sulla situazione finanziaria lasciata dalla precedente amministrazione. Su questo, e in particolare per discutere della riscossione della Tari 2015, che il neo consiglio comunale, ad un mese esatto dalla prima convocazione, si è riunito nella sala Napolitano. Dopo circa 6 ore di consiglio, le modalità di riscossione della Tari 2015 proposte dalla giunta Mascaro, sono state approvate dai consiglieri in aula con 17 favorevoli, 2 contrari e 4 astenuti (Villella, Zaffina, Tropea, Piccioni). Il pagamento, per i cittadini, sarà del 90% entro fine anno 2015. 
La nuova tassa sui rifiuti, introdotta dalla legge di stabilità 2014, aveva creato non poche polemiche e botta e risposta tra i vari partiti politici. All’ordine del giorno infatti, anche la mozione presentata dal consigliere Gianturco (Sovranità) in merito ai modi e tempi di riscossione del tributo relativo all’anno 2014 e 2015. Seguiranno la proposta di deliberazione con oggetto “elezioni amministrative di domenica 31 maggio e 14 giugno, indirizzi per la nomina e la designazione e la revoca dei rappresentanti comunali presso enti, aziende e istituzioni”.
Prima di passare ai punti all’ordine del giorno, ha preso la parola il consigliere Pasqualino Ruberto per chiedere di mettere in calce agli argomenti odierni la mancata nomina del consigliere Francesco Ruberto a vice provinciale. “E’ stata impedita dal presidente Enzo Bruno una continuità storica che avrebbe dovuto dare una rappresentanza importante della nostra città, come seconda area più importante dopo quella catanzarese". La proposta del consigliere Ruberto ha trovato d'accordo anche i consiglieri Caruso, De Biase e Chirumbolo, ma essendo assente il consigliere Sonni, la sua integrazione all'ordine del giorno è stata posticipata.