Si terrà venerdì 17 alle ore 18 in piazzetta San Domenico una manifestazione di protesta, organizzata dai movimenti CasaPound Italia e Sovranità con annessa raccolta firme per dire no all’accavallamento della Tari 2014, la costosissima tassa sui rifiuti, con quella relativa al 2015”. A renderlo noto è il consigliere comunale Mimmo Gianturco, capogruppo di Sovranità - Prima gli italiani.
“La precedente amministrazione comunale ha approvato in sede di consiglio l’aumento delle aliquote mettendo in difficoltà le tante famiglie lametine già vessate dalla profonda crisi economica che sta attraversando la nostra Nazione. Inoltre, come già dichiarato a mezzo stampa lo scorso 10 luglio, la giunta Mascaro ha approvato all'unanimità una Delibera di Giunta per la nuova procedura di riscossione della tassa sui rifiuti, indicando come scadenza della prima rata della Ta.Ri. 2015 il 30/09/2015 facendo accavallare la tassazione 2014 con quella relativa all’anno in corso. “Sulla base di ciò – afferma Gianturco - ho presentato una mozione che impegna Sindaco e Giunta:
- Ad adottare quanto previsto dalla legge n.164/2014 Art.24, Comma 1 sopracitata;
- A Deliberare un Regolamento Comunale (entro 60 gg) che introduca la possibilità del “baratto Amministrativo” inerente alla collaborazione tra cittadini e Amministrazione, e che ne definisca i criteri e le modalità. Le attività individuate, a titolo esemplificativo, possono essere indicate tra quelle relative a : manutenzione ordinaria, pulizia e vigilanza dei parchi, giardini ed aiuole e dei luoghi pubblici, assistenza alle scolaresche,ecc. Il sistema di calcolo del valore economico delle ore di lavoro svolte potrà essere attuato in funzione del tipo di incarico e del costo orario del dipendente pubblico impegnato nella medesima mansione. Il Comune, accogliendo le adesioni dei volontari e istituendo un apposito albo dei cittadini disponibili, dopo aver avviato minicorsi di formazione, assegnerà i compiti ai cittadini riuniti in gruppi di lavoro e guidati da un tutor. In cambio di questo servizio, il cittadino usufruirà di uno sconto, proporzionale all’impegno, sulla tassa dei rifiuti (Tari), ottenendo tre risultati in uno: avere un territorio più curato, sgravare le famiglie dal carico fiscale e rafforzare il senso di appartenenza alla comunità.
- Ad applicare sconti ai cittadini ricadenti in quelle aree della città, dove è attualmente attivo il servizio di raccolta differenziata.
- A posticipare il pagamento della TARI 2015 nel primo semestre 2016 .
- Ad applicare l’esenzione per gli Anziani Pensionati ai sensi dell’art. 1, comma 660, della L. 147/2013 con modalità retroattiva per due anni".
"La raccolta firme di venerdì - conclude il Consigliere Comunale - servirà per sensibilizzare l'amministrazione comunale affinché riveda il piano di riscossione dei tributi rendendolo più equo tenendo conto della grave situazione economica di moltissime famiglie lametine. Solo così facendo i cittadini potranno essere in grado di pagare i tributi. Invito tutta la cittadinanza a partecipare alla manifestazione”.