E’ stato ripristinato ed ampliato l’impianto antincendio del presidio ospedaliero di Lamezia Terme. L’impianto è stato settorializzato e razionalizzato, sono state migliorare le interfacce utenti con nuovi display e la centrale principale è stata trasferita nei locali del posto di guardia del pronto soccorso, in modo tale da essere presidiata h24. I continui interventi, nel tempo, di ampliamento e i numerosi cambiamenti del presidio avevano reso l’impianto non più conforme all’iniziale installazione a causa di aggiunte di nuovi settori da parte di ditte differenti che si sono succedute. Grazie all’impegno dell’ex responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (Rspp), Egidio Sorrento e del direttore dell’Uo di Protezione Aziendale (UOPA), Enrico Ciaccio, l’impianto oggi è rinnovato nelle sue potenzialità e razionalizzato per una migliore protezione dal rischio incendi.

Il nuovo responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione, Francesco Bonacci, nel ringraziare i suoi predecessori, condivide la "soddisfazione del commissario per questo importante intervento che va nella direzione dell’evoluzione normativa, che con il Dm 19 marzo 2015 'Prevenzione incendi nelle strutture sanitarie', introduce il concetto di Sistema di Gestione per la Sicurezza Antincendio (SGSA) pensato per ottimizzare le misure impiantistiche, distribuendo nel tempo l’impegno economico per le strutture ospedaliere (quasi tutte!) ancora in attesa del Cpi". Bonacci sottolinea che “il buon funzionamento non può che essere complementare all’atteggiamento responsabile degli utenti e del personale, che sarà nel tempo formato a riconoscere eventuali allarmi o guasti. Pertanto, è utile informare che, per eventuali segnalazioni o richieste di chiarimenti, ci si può rivolgere al Servizio di Prevenzione e Protezione Aziendale (Sppa) ubicato nella sua nuova sede, nel Centro Direzionale in via Arturo Perugini a Lamezia Terme”.