E’ stata emessa la sentenza in corte d’appello nell’ambito dell’operazione denominata “Remake” per estorsione ai danni della Edil Chirico tra il 2000 e il 2013. Gli imprenditori avevano denunciato una serie d’intimidazioni che avevano dovuto subire e che avevano portato all’operazione condotta dalla Dda e dai carabinieri. Lo scorso anno, in abbreviato, erano state condannate le cinque persone coinvolte con pene inflitte, dal Gup Commodaro, tra i due e gli otto anni.
Quest’oggi, è arrivata anche la sentenza in secondo grado. Il giudice ha confermato la condanna a otto anni e otto mesi per Domenico Torcasio, sette anni e quattro mesi ciascuno per Nicola Gualtieri, Giovanni e Pasquale Torcasio. Pena ridotta solo per Davide Saladino che passa dai due anni e otto mesi del primo grado a un anno e otto mesi dell’Appello. Il collegio difensivo era composto dagli avvocati Maria Bonaddio, Michele Cerminara, Francesco Gambardella, Lucio Canzoniere, Gianluca Careri e Antonio Larussa.