Il tribunale della libertà di Catanzaro ha revocato gli arresti domiciliari, tramutandoli in obbligo di dimora, nei confronti di Felice Bellini, l'ex direttore sportivo del Gudja United Malta coinvolto nell'inchiesta della Dda di Catanzaro sul calcioscommesse chiamata 'Dirty Soccer'. I giudici del riesame di Catanzaro hanno accolto il ricorso presentato dai legali di Bellini, gli avvocati Arturo Bova e Antonio Lomonaco, ed hanno revocato i domiciliari nei confronti dell'indagato. Nei confronti di Bellini è stato annullato il capo d'imputazione dell'ordinanza relativo all'associazione per delinquere. Nell'inchiesta sul calcioscommesse sono coinvolti quattro presidenti di società di calcio, undici dirigenti a vario titolo, 12 tra calciatori in attività ed ex, un magazzinieri e finanziatori italiani ed esteri.