ll Tribunale del Riesame ha deliberato in merito alle detenzione di Buffone Peppino e Iannazzo Santo. Buffone Peppino (difeso anche dall’avvocato Gambardella) è stato liberato dallo stato di detenzione in carcere, mentre Iannazzo Santo (difeso dagli avvocati Andricciola e  Liberati), che era agli arresti domiciliari, è a piede libero. I due erano stati arrestati nell’ambito dell’ordinanza Andromeda nella quale il Gip aveva disposto la carcerazione e i domiciliari per 45 persone coinvolte nell’inchiesta.