Sindaco e Giunta sotto il tiro delle opposizioni per quanto riguarda alcuni contratti di collaborazioni stipulati nonostante il divieto di assunzione, a qualsiasi titolo, conseguente allo sforamento del limite imposto dal Patto di stabilità per l’anno 2013 e 2014.
Il problema è stato oggetto dell’attenzione del revisore dei conti che ha dato parere sfavorevole all’approvazione del Conto Consuntivo (approvato poi in Consiglio dalla maggioranza risicata che sostiene il Sindaco Cardamone) segnalando la grave violazione di legge.
In particolare sono sotto attenzione i seguenti contratti:
  • Incarico di responsabile del servizio tecnico ad un elemento esterno, che da alcuni giorni  è stato trasformato in collaborazione per supporto al R.U.P.
  • Incarico di supporto all’ufficio di ragioneria alla società B.I.T. di Cosenza che in effetti si concretizza con la somministrazione di una unità di personale che presta servizio presso il comune per alcuni giorni nel mese nonostante che tale tipo di contratto possa essere stipulato solo con Società di lavoro Interinale;
  • Incarico ad un ragionerie di un comune vicino per due pomeriggi per ogni settimana;
La minoranza consiliare e le forze politiche esterne vivono una situazione di grande imbarazzo visto che il perseverare nell’errore potrebbe assumere anche risvolti di natura penale.