“Il sindaco Gianni Speranza così come aveva preannunciato in tutte queste settimane, da quando si è diffusa la notizia del decreto di chiusura del carcere di Lamezia, ha mantenuto costantemente contatti sia con i parlamentari che con il Ministero della Giustizia  chiedendo la revoca del decreto”. E’ quanto si legge in una nota del Comune.
“Nella giornata di ieri - si afferma - ha avuto importati colloqui sia con la segreteria del Ministro che con  i vertici del Dipartimento Centrale dell'Amministrazione Penitenziaria. Al Sindaco è stata ancora una volta ribadita,  come già aveva fatto il sottosegretario Ferri, l'intenzione e la volontà di trasferire nei locali del nostro carcere  uffici del Provveditorato Regionale. Il Sindaco ha ribadito che allo stato però non esiste alcun atto formale se non quello della chiusura del carcere e quindi la necessità che alle intenzioni si faccia seguito con provvedimenti conseguenti altrimenti l'Amministrazione non potrà che essere contraria a quanto sinora adottato. Il Sindaco ha precisato ai suoi interlocutori, essendo alle ultime ore del suo mandato, che avrebbe dichiarato pubblicamente le intenzioni del Ministero e dell'Amministrazione Penitenziaria”.