Il gruppo della guardia di finanza di Lamezia durante alcuni controlli all’aeroporto internazionale finalizzati alla repressione dell’illecita importazione di farmaci, in collaborazione con i funzionari doganali, in esito ad alcune ispezioni, hanno scoperto, in momenti diversi, che due cittadini stranieri tentavano di importare illecitamente in Italia complessivamente 148 confezioni di farmaci di origine orientale, per 5 kg circa, non dichiarandoli presso gli uffici doganali. I farmaci, confezionati in buste e flaconi di vario tipo e pezzatura, erano ben occultati nei bagagli che hanno viaggiato nella stiva degli aeromobili.

I militari insieme ai funzionari doganali hanno proceduto al sequestro penale dei farmaci, in quanto questi prodotti non risultano registrati presso il ministero della salute italiano e possono essere potenzialmente nocivi per la salute degli assuntori. I cittadini cinesi sono stati quindi denunciati alla procura della Repubblica di Lamezia Terme responsabili, del reato di illecita importazione di farmaci non registrati.