Pubblichiamo la nota inviata dal dirigente di Forza Italia, Mario Magno.
“Il voto di domenica 31 maggio rappresenta per la città di Lamezia Terme un’importante occasione per determinare il futuro Sindaco della Città, ma anche per verificare la tenuta elettorale dei partiti nazionali che vivono un momento di crisi di rappresentanza anche a causa della scesa in campo di movimenti e liste civiche, che pur rappresentando esperimenti positivi della società civile, rimangono comunque ancorate ad esperienze locali in termini di consenso e di proposte programmatiche. La riforma della legge elettorale cosiddetta “Italicum” che costringe le forze politiche nazionali ad unirsi in funzione del bipolarismo, rappresenta uno stimolo, in questa campagna elettorale per le regionali e le amministrative, per i partiti del centro-destra a verificare la loro forza e le possibili convergenze per la formazione del grande partito dei moderati da contrappore al PD. Ritengo quindi importante il risultato che nella Città di Lamezia Terme avrà Forza Italia, in questa competizione per le amministrative, in quanto rappresenterà un test importante a livello nazionale per comprendere l’affezione degli elettori e misurare il consenso dei propri candidati.
Le dichiarazioni del Premier Matteo Renzi, che ha rivisto al ribasso la previsione del risultato delle regionali e l’impegno che Silvio Berlusconi sta mettendo in questa tornata elettorale rappresentano le due novità sulle quali l’elettorato si soffermerà per verificare la tenuta del Governo e la prospettiva concreta per la nascita del nuovo partito dei moderati alternativo alla sinistra.
La campagna elettorale a Lamezia Terme, che ha assunto toni accesi e accuse reciproche specie sul tema della legalità, ha bisogno in questi ultimi giorni di una profonda riflessione da parte dell’elettorato sui temi programmatici più importanti per consentire alla nostra città di tirarsi fuori dalla condizione di degrado e crisi finanziaria nella quale dieci anni di governo del centro-sinistra ne hanno condizionato le scelte strategiche, di sviluppo economico ed occupazionale.
Ritengo in questo momento di accesa contrapposizione tra gli schieramenti politici, di dover fare un appello alla moderazione e a non perdere di vista i problemi che vivono quotidianamente i cittadini, anche per consentire loro di poter fare scelte di voto sulle proposte progettuali e non solo sui temi che rappresentano l’emotività del momento e che comunque non vanno assolutamente sottovalutati. Inoltre è necessario, in questo frangente delicato della vita politica e amministrativa, di dover fare un ulteriore appello agli amici ed agli elettori di Forza Italia di impegnarsi in questi ultimi giorni a votare il partito ed i suoi candidati per consentire oltre che all’affermazione della lista, in prospettiva della costituzione del nuovo partito dei moderati, di avere in Consiglio Comunale una classe dirigente preparata e rinnovata piena di entusiasmo per contribuire ad amministrare al meglio la città, la quale necessita di una maggioranza certa e di un impegno straordinario di tutti i suoi rappresentanti. Con questo auspicio, pur avendo assunto personalmente per questa tornata elettorale una già nota posizione critica, ritengo che per risollevare le sorti di Lamezia Terme è necessario che si creino le condizioni per una vittoria del centro-destra, alternativa credibile rispetto all’inconcludente maggioranza di centro-sinistra che finora ha governato la città”.